Alimentazione e diabete

alimentazione e diabete - piramide alimentare

Alimentazione e diabete vanno a braccetto soprattutto nel diabete mellito di tipo 2.

Nel diabete, oltre alla terapia farmacologica, ricopre un ruolo fondamentale l’alimentazione. Un alimentazione bilanciata, infatti, è alla base della cura del diabete.

Seguire un alimentazione sana e corretta, anche con l’ausilio dei nutrizionisti, è fondamentale per mantenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue.

Ma quale dieta è consigliabile per un diabetico?

Come già indicato dall’ Amercican Diabetes Association, «un regime alimentare a basso contenuto di grassi, in modo particolare quelli saturi, zucchero e sale», è da considerarsi la migliore scelta.

Da Ricerche recenti è emerso che una dieta di tipo mediterraneo non ha il solo scopo di prevenire. Infatti, anche quello di curare e contrastare l’insorgenza di alcune patologie croniche come il diabete ma anche l’ipertensione arteriosa e l’obesità.

La Dieta mediterranea è un vero e proprio modello di stile alimentare sano perchè, come detto sopra, è in grado di prevenire e contrastare il rischio di insorgenza di patologie croniche, e risulta sostenibile in quanto con i prodotti tipici del territorio diventa una salvaguardia della biodiversità alimentare.

Nascita della Dieta Mediterranea

La Dieta Mediterranea nasce negli anni ’50 dall’osservazione di un nutrizionista americano , Ancel Keys, che si accorge che le popolazioni del bacino del Mediterraneo erano meno suscettibili ad alcune patologie rispetto agli statunitensi. Da questa ipotesi nacque l’idea che la dieta mediterranea fosse in grado di aumentare la longevità di chi la seguisse.

Dopo vent’anni di ricerche, “Seven Countries Study”, ha confermato i risultati su un campione di 12.000 persone di età compresa tra i 40 ed i 60 anni, residenti in diversi Paesi come Giappone, USA, Olanda, Jugoslavia, Finlandia e Italia.

Confermate le ipotesi iniziali di Keys, a partire dagli anni ’70 la dieta mediterranea è stata proposta al mondo intero come stile alimentare ideale per ridurre l’incidenza delle cosiddette “malattie del benessere”.

In cosa consiste la dieta mediterranea?

La Dieta mediterranea è uno stile alimentare sano che si fonda sul consumo prevalente di alimenti di origine vegetale come cereali e derivati di tipo integrale (es. pasta, pane, farro, orzo etc..), legumi, frutta e verdura, olio extravergine d’oliva e sul consumo estremamente moderato di alimenti di origine animale come pesce, carne, uova e latticini. Una grande importanza è data data dall’ utilizzo degli alimenti facilmente reperibili (così detti a km zero) e stagionali, quindi più ricchi di sapori e micronutrienti.

Vantaggi della dieta mediterranea?

I vantaggi di questo stile di alimentazione comportano non soltanto un più efficace controllo della glicemia, ma anche un effetto benefico sul peso corporeo, oltre a quello di prevenire patologie cardiovascolari.

Le caratteristiche principali di questo modello alimentare riguardano l’uso moderato dei grassi animali e il consumo generoso di verdura, legumi, frutta, frutta secca, poiché ricchi di carboidrati a lento rilascio in grado di mantenere più facilmente sotto controllo la glicemia dopo i pasti. 

Potrebbe interessarti anche -> La regola del monopiatto; Metodi di cottura; L’importanza della colazione

Seguimi anche su Facebook e Istagram per restare più facilmente in contatto.

Print Friendly, PDF & Email

2 pensieri su “Alimentazione e diabete

  1. Patrizia dice:

    Sempre sul pezzo, grazie per questo tuo scritto molto utile e chiarificatore, dietro alle tue gustose e accattivanti ricette c’è studio e usura e tanto amore. Grazie,
    PatruziaP. Diabete 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.