Zuppa di lenticchie

Zuppa di lenticchie

La zuppa di lenticchie è un primo piatto caldo, ottimo per le serate invernali più fredde.

La zuppa di lenticchie è un classico piatto contadino preparato con ingredienti semplici e genuini, lenticchie secche, sedano, cipolla e carote. Io quando posso la arricchisco anche con altre verdure di stagione che mi ritrovo in frigo, così da darle sempre un sapore diverso.

La zuppa di lenticchie è un piatto invernale che adoro accompagnare con crostini o qualche semplice fetta di pane o a volte aggiungendo della pasta, in base alla nostra grammatura consigliata.

Le lenticchie sono solitamente un legume che solitamente piace a tutta la famiglia, grandi e piccoli e per me sono un salva cena per eccellenza perchè i tempi di ammollo sono minimi o addirittura nulli.

Potrebbe interessarti anche ->

Zuppa di lenticchie

Zuppa di lenticchie

Ingredienti per 4 persone

  • 350 gr di lenticchie
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla
  • 2 foglie di alloro
  • evo q.b.
  • sale q.b.

Procedimento

  • In una pentola versate le lenticchie sciacquate sotto l’acqua corrente, aggiungete dell’acqua fino a coprirle e aggiungete carota, sedano e cipolla precedentemente tritati, mettendo a cuocere il tutto a fiamma alta.
  • Appena raggiungerà il bollore abbassate la fiamma e lasciate cuocere per circa 30 minuti, ricordandovi di mescolare di tanto in tanto per non fare attaccare le lenticchie sul fondo della pentola.
  • Prima di terminare la cottura aggiungete del sale. Inoltre, se desiderate più cremosa la zuppa potete prendere un mestolo di lenticchie e frullarle prima della fine della cottura, rimettendole in pentola per amalgamare il tutto.
  • Il vostro piatto è pronto e potete servirlo aggiungendo un filo di olio evo sul piatto a crudo, dei crostini e se lo desiderate una spolverata di peperoncino.

Buon appetito!

Seguimi anche su Facebook e Istagram per restare più facilmente in contatto.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.