All for Joomla All for Webmasters

Crostata alle fragole

Crostata alle fragole

Sono sicura che anche voi vi innamorete di questa crostata alle fragole.

La ricetta della pasta frolla light è del maestro Luca Montersino, la quale io ho apportato solo una variazione in base alle mie esigenze, ma vi assicuro che è sempre una bontà.

Per la farcitura ho preferito la frutta fresca per farmi una composta il più naturale possible.

Ingredienti per la frolla

  • 500 g di farina tipo 0
  • 70 g di olio di semi di girasole
  • 70 g di olio di oliva
  • 130 g di acqua
  • 40 g di zucchero di canna integrale
  • 1/2 bacca di vaniglia
  • scorza di 1 limone
  • 1 bustina di lievito per dolci

Per la farcitura

  • 250 g di fragole
  • 20 g di zucchero di canna

Procedimento

  • Per la frolla iniziate sciogliendo lo zucchero nell’acqua e dopo aggiungendo i due olii, la scorza di limone e la vaniglia.
  • In un’altra ciotola mescolate la farina e il lievito, e unitelo un pò alla volta nella ciotola dei liquidi.
  • Mescolate man mano fino ad ottenere un panetto compatto.
  • Lasciatelo riposare in frigo per qualche ora.
  • Per la farcitura pulite e tagliate le fragole a pezzi e mettetele a cuocere in una padella antiaderente con lo zucchero, mescolando in continuazione per una 15 di minuti o fino ad ottenere una composta di fragole ( se è necessario aggiungete qualche cucchiaio di acqua).
  • Ottenuta la composta di fragole lasciate raffreddare.
  • Per comporre la crostata riprendete la frolla dal frigorifero e stendetela su un piano leggermente infarinato o tra due fogli di carta forno.
  • Riponete la frolla stesa su una teglia da 22 – 24 cm e togliete quella in eccesso.
  • Stendete di sopra la composta di fragole intiepidita e con la frolla in eccesso decorate la vostra crostata.
  • Infornate in forno preriscaldato a 170° per circa 30 minuti o fino a quando la frolla non sarà dorata.
  • Terminata la cottura, lasciate raffreddare prima di riporla su un piatto di portata.
  • Il vostro piatto è pronto.

Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *